La ricetta vincente...

Ricettoso con questa ricetta vince la prima tappa della Gara di Cucina Barilla.... 


Ingredienti x 4 persone circa

350g Pasta troccoli lucani (Pasta lunga)
6 Cozze
2 funghi champignon
1 zucchina
2 pomodorini maturi
6 Mazzancolle sgusciate e pulite 
2 scampi
2 acciughe
pinoli
pepe
sale
rosmarino
aglio
Prezzemolo

Preparazione
1. In una padella con dell'aglio e olio fate aprire la cozze e mettetele da parte.

2. In una pentola scaldate l'olio con il peperoncino rosso e due acciughe, che si  dovranno completamente scioglere, e i pinoli. Dopo 1 minuto aggiungete i funghi, i pomodori e le zucchine, tagliati a cubetti piccoli, salate e pepate e lasciate cuocere a fuoco vivace.

3. Nel frattempo buttate la pasta in acqua bollente.

4. Dopo 5 minuti aggiungete le mazzancolle alle verdure, appena prendono colore, aggiungete gli scampi, le cozze (che avevate messo da parte)  e mescolate il tutto.

5. Scolate la pasta al dente e fatela saltare nella padella con il condimento amalgmanado tutti i sapori con olio pepe e prezzemolo tritato fresco.


Questo il piatto della semifinale:
Spaghetti con zucchine, carciofi e gamberoni

3 commenti:

stefy ha detto...

Complimenti per la vittoria eravamo sicuri che avresti vinto.
Bravissima.Ci è dispiaciuto non assistere alla finale ma abbiamo sentito della tua vittoria alla radio.
Un in bocca al lupo per la gara di Roma in attesa di buone notizie...
Stefy la ragazza che oggi ti ha chiesto il nome del tuo blog(-:

24 ottobre 2010 21:17
Anonimo ha detto...

Mi sembra molto scarna.... Un po' piu' di condimento non starebbe male. Il sapore non lo discuto,ma un piatto cosi' non fa gola!!!!!!!!!!!

24 ottobre 2010 21:18
Triky ha detto...

@ Anonimo: ha ragione, apparentemente potrebbe sembrare scarno.... ma il mio obiettivo era ed è NON coprire mai o modificare troppo il sapore del pesce che, per me è fondamentale, e va sempre esaltato e mai coperto con condimenti troppo forti o pasticciati…
Comunque l’aspetto a Roma il 28 novembre... potrá assaggiare dal vivo il piatto :)

25 ottobre 2010 09:43

Posta un commento

"L’alta cucina non è una cosa per i pavidi, bisogna avere immaginazione, essere temerari, tentare anche l’impossibile e non permettere a nessuno di porvi dei limiti solo perché siete quello che siete, il vostro unico limite sia il vostro cuore. Quello che dico sempre è vero, chiunque può cucinare ma solo gli intrepidi possono diventare dei grandi." Gusteau