Paella mista

Oggi vi propongo una ricetta spagnole:la Paella… Potrei dire una ricetta “a modo mio” dato che per farla ho preso spunto dalle mille idde, consigli e ricette che ci sono sui vari blog e siti spagnoli, con scuole di pensiero differenti. La cosa che ho scoperto é che la vera paella valenciana non ha il pesce, ma solo carne e verdure (fagiolini)…  Quella che vi propongo oggi, é una paella mista, da non confondersi con la paella valenciana...

Ingredienti per 12 persone



900kg di riso
1kg di pollo
500g di salsiccia
500g di lonza di maiale
1.5 kg di cozze e/o volgole
500kg di gamberi
10 scampi
5 calamari grandi
3 peperoni (2 rossi e uno giallo)
500g di fagiolini (piattoni)
500g di piselli
1,5 l d’acqua
4 cucchiai  di zafferano
2 cucchiai di praprika
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
1 bicchiere di vino bianco
Sale q.b.
Pepe q.b.
Olio extra vergine d'oliva q.b.
1 rametto di rosmarino



Preparazione
1- Pulite bene le cozze (e le vongole), fatele aprire in una casseruola con un filo d’olio, tenendone una dozzina da parte da utilizzare come guarnizione finale. Quando le cozze sapranno aperte sgusciatele e tenetele da parte.

2- Pulite i calamari, eliminando le interiora e tagliateli ad anelli. In una padella fate scaldare l’olio con uno spicchio d’aglio, quando sará caldo aggiungete i calamari , bagnate con del vino bianco, salate e pepate. Lasciate cuocere per 15 minuti circa e tenete da parte

3- Pulite i gamberi e metteteli a cuocere in una padella con un filo d’olio per 4 minuti. Sbuccuiatene la metá.

4- Tagliate la carna a bocconcini e la verdura.

5- Nell'apposita pentola (paellera) mettete a soffriggere una cipolla con il rametto di rosmarino , poi aggiungete la lonza, dopo 5 minuti il pollo, dopo 5 minuti la salsiccia (Tutta la carne deve essere ben dorata)e tutte le verdure tagliate a pezzi (Peperoni, fagioli, piselli, e se desiderate anche 3 pomodori rossi). Salate pepate e coprite con l’acuqa calda (l’acqua deve coprire tutta la carne). Lasciate cuocere per 25 minuti circa.

6- Dopo 25 minuti, aggiungete alla carne i calamari, i gamberi sbucciati, le cozze (senza guscio) girate il tutto e aggiungete lo zafferano,  paprika, e riso. (Se vedete che l'acuq non é sufficiente aggiungete ancora un pó)  Mescolate, chiudete e lasciat cuocere per 8 minuti a fiamma alta e per altri 10 a fiamma bassa, girando al max una volta.
Se preferite (e se vi ci sta la padella in forno) potete cuocere 10 minuti in padella e continuare la cottura per altri 10 minuti in forno a 200gradi.

7- 5 minuti prima della fine cottura, adagiate sul riso, gli scampi, le cozze ancora chiuse (ma ben lavate), i gamberi che non avete cotto e il peperone a striscioline per guarnire. 

8- La paella dovrá risultare ben asciutta con i chicchi di riso ben staccati l'un con l'altro.




Consiglio
1- La quantità d’acqua e molto fondamentale per la paella, l'acqua dovrá coprire tutto il riso (dovrá essere due volte il riso). Se usate la paellera  per la paella, l’acqua dovrá arrivare fino alla vite.
2- Il riso va aggiunto come se fosse una striscia (cercando di fare una montagna) per poi stenderlo all’interno dell’acqua.
3- Se volete fare una paella piu piccola per 6 persone, dimezzate gli ingredienti. Ricordate che per persona vanno circa 80/90g di riso. Per una paella di 12 persone ci vuole la padella (quella per la paella) da 50cm di diametro

4- Se vi piacciono nella verdura potete anche aggiugnere dei funghi.

3 commenti:

Irene B. ha detto...

Ciao! piacere di conoscerti...ho trovato il link del tuo blog su alfemminile e sono venuta a curiosare...anche io faccio la Paella in questo modo, infatti ecco il link della mia ricetta: http://ricettoso.blogspot.com/
Ti aggiungo nel mio elenco da seguire! hai ottime e gustose ricette! irene

28 luglio 2010 15:05
Anonimo ha detto...

900Kg di riso mi sembrano un po' eccessivi! :D
Però la ricetta deve essere deliziosa!!

6 dicembre 2011 21:05
Triky ha detto...

900g perchè è per 12 persone... :)

11 dicembre 2011 08:05

Posta un commento

"L’alta cucina non è una cosa per i pavidi, bisogna avere immaginazione, essere temerari, tentare anche l’impossibile e non permettere a nessuno di porvi dei limiti solo perché siete quello che siete, il vostro unico limite sia il vostro cuore. Quello che dico sempre è vero, chiunque può cucinare ma solo gli intrepidi possono diventare dei grandi." Gusteau